Fazio fa festa a Fabrizia: tutti i candidati entrano in Consiglio comunale

Ha avuto la strada spianata, senza sostanziali ostacoli alla prosecuzione della sua esperienza amministrativa. Francesco Fazio si conferma alla guida del palazzo municipale con il compito di dare continuità al lavoro avviato cinque anni addietro e di rilanciare le ambizioni delle aree interne.

L’unico scoglio è stato rappresentato dal raggiungimento del doppio quorum previsto dall’attuale normativa per i Comuni con popolazione inferiore a 15mila abitanti: “ove sia stata ammessa e votata una sola lista, sono eletti tutti i candidati compresi nella lista e il candidato a sindaco collegato, purché essa abbia riportato un numero di voti validi non inferiore al 50% dei votanti e il numero dei votanti non sia stato inferiore al 40% degli elettori nelle liste elettorali del Comune”. Secondo questa norma, “per la determinazione del numero degli elettori iscritti nelle liste elettorali del Comune non si tiene conto degli iscritti all’Anagrafe degli italiani residenti all’estero che non esercitano il diritto di voto”. Già alle 19 di domenica era stata superata l’affluenza del 50%, ma Fazio è stato cauto e non ha rilasciato commenti aspettando l’ultimazione dello spoglio. Solo quando è stato definito il quadro delle preferenze riportate, sono partiti i festeggiamenti con bottiglie stappate in un contesto di entusiasmo. Non ci sarà nessuno scontento perché tutti i candidati entreranno a far parte del Consiglio comunale e potranno dare il loro contributo al progetto di crescita di Fabrizia. Nello specifico, i principali punti del programma elettorale riguardano “l’adeguamento ed il ripristino del depuratore comunale e la realizzazione di un correlato impianto di sollevamento, il potenziamento ed il parziale rifacimento della rete idrica comunale, l’ampliamento del cimitero, la realizzazione di un nuovo pozzo per l’approvvigionamento idrico in località Barco, alcuni progetti a valere sul Pnnr come la realizzazione di una pista di elisoccorso e la ricostruzione della scuola materna, la bitumazione di diverse strade e la realizzazione di un campo padel”. 

Contenuti correlati