Fabrizia, parte la distribuzione di dispositivi di protezione individuale

Un ingente impegno di spesa, a valere sul comunque ristretto bilancio del piccolo comune di Fabrizia, è stato messo in campo dal sindaco Francesco Fazio e dalla sua maggioranza, al fine di garantire a tutti i cittadini, in questo periodo di emergenza, idonei strumenti di protezione individuali divenuti ormai quasi irreperibili sul mercato.

700 mascherine a tre strati lavabili, che si aggiungono alle oltre 200 mascherine già distribuite alla popolazione, oltre 5000 guanti monouso e una consistente quantità di prodotti igienizzanti sono stati infatti acquistati con determina n. 21 del 26 marzo 2020 a firma del sindaco in qualità di responsabile ad interim dell’area amministrativa, per un importo complessivo di 3.568,50 euro.
Proprio in queste ore, il piccolo centro montano sta vivendo momenti drammatici, causati dal diffondersi di diversi focolai infettivi che rischiano di rendere il comune di Fabrizia uno dei territori a più alto rischio di contagio dell’intera Calabria.
Al fine di tutelare sempre più la pubblica incolumità e favorire l’isolamento e la necessaria circoscrizione del contagio, gli strumenti di protezione individuali acquistati dall’Amministrazione comunale verranno distribuiti gratuitamente a tutti i cittadini secondo un ordine di priorità razionale ed ottimizzato: commercianti ed esercenti che svolgono la funzione di assicurare al dettaglio i generi di prima necessità, forze dell’ordine ed autorità che svolgono il ruolo di controllo e presidio di sicurezza, pubblici dipendenti ed operatori che espletano servizi inderogabili ed essenziali, personale medico ed operatori sanitari, anziani e fasce della popolazione maggiormente esposte, nonchè privati cittadini che sono costretti ad uscire per approvvigionarsi di generi alimentari e medicine per sè e per i propri familiari.
“Nella speranza che questo incubo allevi presto la sua drammaticità, a Fabrizia come nel resto del paese Italia, e con l’impegno di mettere in campo tutte le azioni più idonee per limitare le conseguenze economiche, sociali e sanitarie che questa emergenza sta massicciamente portando con sé”, il sindaco e l’Amministrazione comunale ricordano che al di là di ogni cosa, i migliori strumenti di protezione individuale e sociale rimarranno sempre la prudenza, il buon senso e la responsabilità, per tanto si chiede fortemente a tutta la popolazione di attenersi a comportamenti adeguati che limitino qualsiasi possibilità di espansione del contagio”.

Contenuti correlati