Fabrizia, l’Amministrazione a gamba tesa sulla minoranza: “È farlocca, con noi tanti risultati raggiunti”

“Poco fondati” e “farlocchi”. L’Amministrazione comunale di Fabrizia bolla così i rilievi della controparte e specifica che “la chiusura dello Sprar è la conseguenza della gestione poco trasparente, se così si può definire, dell’attuale minoranza, che sembra ormai aver dimenticato l’operato svolto, incarnando la veste di Paladina della giustizia”.

Quanto al destino della Bper, il gruppo guidato da Francesco Fazio precisa che “l’Amministrazione ha fatto di tutto per scongiurare la chiusura della filiale in modo legale e trasparente, perché siglare accordi sottobanco non è di certo una nostra caratteristica”.
“Di certo – rileva la maggioranza- siamo d’accordo nel confermare che la chiusura della filiale ha creato e crea disagi alla nostra comunità, ma non di certo questa chiusura può essere additata all’Amministrazione comunale, perché abbiamo lottato per avere un servizio essenziale per i cittadini con l’installazione di uno sportello evoluto, e siamo uno dei pochi comuni che su 48 filiali chiuse ha ottenuto la concessione dello sportello evoluto”.
“Sembra che la minoranza – è la riflessione – abbia preso a cuore questa situazione per poter fare propaganda politica. Ricordiamo che la campagna elettorale è ancora lontana”.
La maggioranza elenca poi alcuni obiettivi raggiunti: “abbassamento Tari, installazione Wifi e videosorveglianza, potenziamento raccolta differenziata, risparmio energetico, bitumazione strade interne, acquisto libri testi scolastici”.
“Il risultato migliore – è la conclusione – è che l’attuale Amministrazione non chiude le porte in faccia ad alcuno, né ai sostenitori, né tantomeno agli avversari politici. Ciò è la dimostrazione che il potere logora chi non ce l’ha”.

Contenuti correlati