Emergenza Coronavirus, il sindaco di Nardodipace sospende le scadenze dei tributi

Alla luce della situazione di emergenza determinata dalla diffusione del Coronavirus e considerate le difficoltà, anche di carattere economico per le famiglie e per le imprese, il sindaco di Nardodipace Antonio Demasi ha emesso un’ordinanza per sospendere fino al 3 aprile “le scadenze fissate da norme regolamentari dell’Ente relativamente al pagamento dei tributi nonché quelle relative a rateizzazioni, versamenti spontanei, avvisi bonari di pagamento e adempimenti tributari fissati da norme regolamentari”.

Stop, fino alla stessa data, anche alle “attività di invio ed emissione di avvisi di pagamento ordinari e suppletivi, atti di accertamento esecutivi di cui alla legge n. 160/2019, ingiunzioni di pagamento, intimazioni di pagamento, atti di precetto, diffide ad adempiere, azioni esecutive e cautelari, inviti o solleciti di pagamento”.

Qualora in questo periodo fosse necessario interrompere i termini di prescrizione, “gli atti saranno regolarmente emessi al fine di evitare danni erariali per l’Ente, ma le scadenze saranno sospese”.

“Tali misure – ribadisce Demasi – sono volte a evitare ulteriori problematiche, anche di ordine economico-finanziario, non solo alle aziende commerciali, ma a tutta la cittadinanza”.

Contenuti correlati