Elezioni Serra, Tassone: “Serve un programma nuovo, da questa discussione emergerà il candidato a sindaco”

“Occorre immaginare un nuovo programma anche alla luce del Coronavirus ed avviare una nuova interlocuzione con associazioni, commercianti, operatori del settore sanitario”. Lo ha detto il consigliere regionale Luigi Tassone durante la trasmissione “On the news”, trasmessa in live streaming ogni sabato su Facebook.

Tassone ha spiegato di poter contare su “una compagine civica sperimentata, ma ancora aperta” visto che “la lista non è completamente chiusa” e che “c’è una discussione in atto”.

“Rispetto al passato – ha rilevato l’ex primo cittadino – c’è necessità del primato della politica. È finito il tempo del populismo e del moralismo anche perché quelle azioni populistiche e moraliste venivano fatte da soggetti su cui si potrebbero scrivere pagine e pagine, da soggetti che contrastavano un sistema delle scelte legittime che la politica fa e di cui oggi magari alcuni sono protagonisti”.

Tassone ha quindi mostrato ottimismo in vista delle prossime elezioni amministrative che si dovrebbero tenere a metà settembre: “credo che la nostra compagine sia la migliore rispetto a ciò che la politica offre sul territorio e credo che anche la mia elezione (a consigliere regionale) possa aiutare il territorio. Credo che la mia candidatura a consigliere comunale possa rappresentare una risorsa aggiunta alla coalizione perché il territorio va difeso e valorizzato e le battaglie vanno condotte nelle sedi che contano ovvero nelle sedi istituzionali”.

Ad avviso di Tassone, “soprattutto in questo periodo storico, c’è necessità di avere le idee chiare ed una visione di sviluppo del paese”, capire ciò che “sta accadendo in Calabria. E noi abbiamo una visione chiara, sappiamo dove vogliamo andare e quello che vogliamo fare. Siamo certi di vincere ancora una volta”.

I prossimi passi sembrano obbligati: “in questi mesi arriveremo all’individuazione del candidato a sindaco, ma per noi è importante partire da un nuovo programma alla luce di quanto è successo, da una nuova visione e da questa discussione emergerà il candidato a sindaco”.

“Non vedo rivali a Serra – ha concluso – e anche i cittadini sono consapevoli di questo e sanno che il Comune non può andare in mano ad avventurieri o aggregazioni nate giusto per fini elettorali del momento”.

Contenuti correlati