Elezioni Serra, è Alfredo Barillari il nuovo sindaco: le ipotesi di Giunta

La “rivoluzione civica” di “Liberamente” è stata premiata dal popolo serrese. Il messaggio di Alfredo Barillari è infatti penetrato profondamente nel tessuto sociale, creando un sentimento nuovo in opposizione a quello che era considerato il consolidato sistema politico.

Una vittoria difficile, giunta al termine di un scrutinio sofferto ed appassionante, per certi versi storica. L’iniziale (esiguo) vantaggio di “Uniti per Serra”, guidata da Antonio Procopio, è gradualmente svanito, lasciando spazio alla “remuntada”. La differenza si è concentrata in particolare nella Sezione n. 4, dove il distacco è stato sostanziale. Comunque buona la prestazione di “Per Serra insieme”, con a capo Biagio Figliucci, che arriva al terzo posto, ma conquista un consenso di tutto rispetto. Alla fine il gap tra Barillari e Procopio è stato di oltre 250 voti; alle scorse amministrative Luigi Tassone si era imposto per circa 230. 

Festa grande nel quartier generale del movimento civico, iniziata ancor prima dell’ultimazione dello spoglio, con il nuovo sindaco osannato dai sostenitori. Immancabile la sfilata per le vie della città.

Alfredo Barillari è stato votato in quanto colui che ha incarnato la voglia di un cambiamento che ha saputo indirizzare ed alimentare. Non può passare inosservata la sua strategia costruita su toni più moderati rispetto a quattro anni addietro, ma anche su risposte pungenti e puntuali. La sua critica è stata rivolta soprattutto all’accordo fra l’ex deputato Bruno Censore e l’ex assessore regionale Nazzareno Salerno, oltre che agli ultimi 20 anni di gestione amministrativa. 

Tra i principali nodi che la nuova Amministrazione si troverà ad affrontare ci sono il miglioramento della viabilità, la difesa dei servizi, il distacco da Sorical ed il completamento dell’autonomia idrica, la riorganizzazione degli uffici comunali, il piano di riequilibrio finanziario. 

Alla luce dei risultati, sembra prevedibile l’attribuzione del ruolo di vicesindaco a Rosanna Federico, che ha ottenuto un eccezionale risultato in termini di preferenze. Un ruolo di primo piano dovrebbe, inoltre, averlo Giuseppe Zaffino, la cui candidatura è stata ufficializzata nelle battute finali della fase pre-elettorale, mentre la delega al Turismo dovrebbe essere affidata a Raffaele Andrea Pisani.

Contenuti correlati