Elezioni Serra, c’è l’accordo fra i censoriani ed il gruppo di Damiani: Procopio vicinissimo alla chiusura della lista

Dopo settimane apparse (almeno all’esterno) come turbolente, arriva la schiarita all’interno del gruppo che sarà guidato da Antonio Procopio. A fugare ogni dubbio sul positivo esito del lungo confronto è stata una cena a cui hanno preso parte, oltre al candidato a sindaco della squadra nata dalla sintesi degli ormai superati movimenti civici “La Serra rinasce” e “In alto volare”, anche il già deputato Bruno Censore (accompagnato dal figlio Salvatore), il consigliere regionale Luigi Tassone, Vincenzo Damiani e Salvatore Bonazza (coniugi rispettivamente degli ex assessori Gina Figliuzzi e Adele La Rizza). 

Pur conservando cautela nelle valutazioni, Damiani aveva spiegato in precedenza – proprio sulle pagine de “Il Meridio” – di considerare il Pd come la propria casa (leggi qui) lasciando prefigurare la volontà di proseguire un percorso che dura da oltre 3 lustri.

Il brindisi distensivo, emblematico della pace raggiunta, è stato immortalato e poi pubblicato sui social network da Tassone, condito peraltro con un eloquente “Stiamo carburando”.

La ricostituzione di questo asse dà forza al gruppo restituendogli la carica per affrontare il rush finale. A questo punto, pur rimanendo aperta una finestra per consentire “colpi” dell’ultim’ora, va considerata completata la quadratura del cerchio per la definizione finale della lista.

Contenuti correlati