Elezioni regionali, Pellegrino: “Oliverio è l’unica proposta in campo, attenzione alle evoluzioni”

Nell’incerto scenario politico che vede uno scontro interno al Pd, il dirigente regionale della compagine democratica Giuseppe Pellegrino, che ha preso parte all’Assemblea dei Circoli del Pd durante la quale è stato espresso appoggio al presidente uscente Mario Oliverio, chiarisce la sua posizione ed indica i tratti salienti di una situazione in evoluzione.

“In questo momento – sostiene Pellegrino – non c’è una proposta politica elaborata dal commissario regionale Stefano Graziano, ma solo diktat. Rilevo che l’unica candidatura in campo del centrosinistra, sulla quale si possa formulare una valutazione, è quella di Mario Oliverio. E, peraltro, il commissario Graziano non ha mai criticato l’azione del governo regionale”. Dopo questa premessa, Pellegrino invita il Pd “a non provocare scontri ed a lavorare per l’unità coinvolgendo dirigenti, iscritti e simpatizzanti” affinché “come afferma Zingaretti, le scelte possano venire operate dal territorio e non per effetto di imposizioni”.

Non manca una riflessione: “per vincere le elezioni regionali è necessaria un’alleanza larga che prenda in considerazione tutte le forze politiche di centrosinistra e di governo. Se ci sarà un’alleanza con il Movimento 5 Stelle, chiaramente cambierà lo scenario, ma oggi non si può pensare a operazioni che portano solo all’indebolimento del centrosinistra. Il grave errore che il Pd sta facendo – conclude – è quello di non costruire una piattaforma programmatica, ma solo una contrapposizione sul nome del presidente”.

Contenuti correlati