Elezioni regionali, Occhiuto prepara la ricetta: “Il mare è la principale risorsa turistica della Calabria”

Non si arresta la campagna di comunicazione di Mario Occhiuto in vista delle elezioni regionali. L’esponente di Forza Italia guarda avanti e comincia ad indicare le priorità sostenendo che “la Calabria deve vincere nei prossimi anni la sua battaglia più importante: salvaguardare e risanare il suo ambiente, il suo capitale naturale, offrendo alle nuove generazioni modelli di sviluppo eco sostenibili su cui avviare percorsi di occupazione reale legati alla capacità produttiva della Regione”.

“Dobbiamo cominciare – afferma l’attuale sindaco di Cosenza – dal rispetto delle nostre risorse naturali. Come il mare, la principale risorsa turistica della Calabria. Una risorsa che però viene gestita male, non riuscendo ad evitare un inquinamento che ogni anno si ripresenta puntualmente”. Entrando nello specifico, Occhiuto rileva che “la principale fonte di inquinamento dei mari è costituita dai corsi d’acqua, che vi convogliano di tutto: acque fognarie non depurate, o mal depurate, e rifiuti di ogni genere. Inoltre c’è il problema degli scarichi fognari fuori legge, lungo le coste. Il problema – specifica – si risolve agendo su due fronti: l’efficientamento ed il potenziamento degli impianti di depurazione; un’attività di monitoraggio sistematica dello scarico dei depuratori, dello sbocco in mare dei corsi d’acqua, degli scarichi fognari di edifici situati lungo le coste, delle spiagge. Per queste attività – è la sua ricetta – la Regione, coadiuvata dall’Arpacal e dal gestore del Sistema idrico integrato, deve supportare i Comuni nelle funzioni di loro competenza, e deve essere la prima a vigilare e a mettere in campo contromisure adeguate con sufficiente anticipo sull’inizio della stagione turistica. Per le attività di controllo in materia ambientale si potrebbe pensare alla costituzione di un unico corpo di polizia regionale ambientale

Contenuti correlati