Elezioni regionali, esplode lo scontro nel centrodestra. Roberto Occhiuto: “Se la Lega non ci sostiene, andremo da soli”

Esplode in tutta la sua veemenza lo scontro nel centrodestra. Dopo l’ufficializzazione di Forza Italia della candidatura alla Presidenza della Regione Calabria di Mario Occhiuto, sono giunte prima le sibilline dichiarazioni alle agenzie di fonti vicine alle Lega aventi ad oggetto un percorso alternativo e poi sulla pagina Facebook dei salvianiani calabresi è apparso un post eloquente:

“sui media appaiono ogni giorno notizie relative al fatto che la Lega sostenga un candidato piuttosto che un altro citando ipotetiche ‘fonti non ufficiali’ o ‘indiscrezioni’. Vogliamo rasserenare tutti nel dire che quando la Lega deciderà di sostenere un candidato presidente ve lo diremo direttamente e non tramite altre fonti. Non dubitatene”. In altre parole, la Lega non sostiene alcuno dei candidati già in campo, quindi nemmeno Occhiuto. E, d’altronde, era stato Matteo Salvini a spiegare di preferire candidati non implicati in vicende giudiziarie.

Capita l’antifona, non è tardata la reazione azzurra per bocca di Roberto Occhiuto, fratello di Mario e parlamentare berlusconiano: “Forza Italia sostiene i candidati della Lega nelle altre regioni, dunque ha titolo di richiedere alla Lega di sostenere il proprio candidato in Calabria. Se così non fosse ne prendiamo atto e andiamo soli”.

In serata è arrivato la nota del commissario regionale della Lega Cristian Invernizzi: la Lega ha scelto una strada diversa da Forza Italia.

Contenuti correlati