Elezioni provinciali, Udc: “Da Forza Italia arrivano scelte di principi offensivi”

“La lunga serie di incontri e di riunioni in vista delle elezioni provinciali, ai quali abbiamo partecipato, ci consegna il dato positivo dell’allargamento del tavolo a ‘Vibo Unica’. Al di là di questo, dobbiamo purtroppo registrare che non è stato possibile addivenire a una soluzione unitaria, stante l’assoluta chiusura di Forza Italia a ogni proposta rispettosa dell’esigenza, democraticamente avanzata, di realizzare un giusto equilibrio tra le forze della coalizione”.

È quanto si legge in un documento diffuso dall’Udc di Vibo Valentia che sostiene che “a nulla sono valse” le proprie proposte “tese costantemente alla ricerca di una soluzione unitaria”. “Il nostro partito – viene specificato – ha proposto non solo il superamento dei candidati sul tavolo e la scelta di un candidato, sempre politico, super partes, ma, addirittura, la candidatura del nominativo avanzato da Sovranisti e Vibo Unica. Le suddette proposte sono state ritenute non accoglibili da FI sulla base del principio della ‘forza dei numeri’. Tale principio, da ritenersi offensivo poiché puramente matematico anziché politico, compromette ogni ulteriore possibilità di dialogo nella ricerca di validi progetti politico-amministrativi che siano alternativi al principio suddetto, già negativamente collaudato e sostenuto da FI al Comune capoluogo. Mentre, di converso, abbiamo apprezzato l’equilibrio e la serenità dimostrata da tutte le restanti componenti del tavolo. Non per questo l’Udc ritiene definitivamente chiusa la vicenda Provincia. Siamo anzi disponibili al dialogo – è la conclusione – con tutte le forze democratiche che abbiano a cuore l’elaborazione di un progetto politico-amministrativo per il rilancio di questo territorio provinciale, anche in direzione di una rinnovata coesione socio-territoriale”.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento