Elezioni Mongiana, l’incognita incandidabilità agita gli schieramenti

Aleggia un clima di incertezza a Mongiana, dove si vanno preparando, non senza complicanze, i due schieramenti che dovrebbero confrontarsi alle elezioni amministrative.

Se da un lato è più o meno sicura la candidatura a sindaco di Francesco Angilletta, che ha guidato nell’ultimo lustro l’opposizione di “Mongiana cangiante”, dall’altro nell’ambito dell’attuale maggioranza è in corso un’approfondita riflessione. Tra le ipotesi da vagliare è tornata quella della riproposizione del primo cittadino uscente Bruno Iorfida, che fino a qualche giorno fa sembrava da escludere per come era anche emerso nel corso di una conferenza stampa. Ma le carte continuano a rimescolarsi e fino a sabato, le discussioni non si arresteranno.
A complicare lo scenario è stata inoltre un’udienza svoltasi innanzi alla Corte d’Appello di Catanzaro il 16 aprile che ha riscoperchiato la questione incandidabità sollevata negli anni passati e che forse era caduta nella dimenticanza.
Alcuni esponenti coinvolti nella questione, che stavano pensando ad un inserimento in lista o comunque ad un coinvolgimento attivo, stanno rivedendo la loro posizione ed adotteranno la decisione finale nell’approssimarsi della scadenza per la presentazione delle liste.
Rimangono inoltre da considerare prospettive suggestive ed in qualche modo legate al passato, ma tutto appare realmente in alto mare.

Contenuti correlati