Elezioni comunali Mongiana, Francesco Angilletta verso la ricandidatura

Comincia a respirarsi aria di campagna elettorale a Mongiana. Gli incontri, in vista dell’appuntamento amministrativo, si intensificano, le strategie si intravedono, anche se ancora diversi passaggi vanno consumati. Si attende il momento giusto per concretizzare le mosse ipotizzate perché in un comune di circa 700 anime, l’aspetto relativo allo spostamento politico di singole famiglie può essere determinante.

A muoversi è soprattutto il gruppo denominato “Mongiana Cangiante” che sta lavorando per “definire il programma” ed “allargare la squadra”. Sebbene ancora non ci siano decisioni definitive, sembra probabile la (ri)candidatura a sindaco di Francesco Angilletta, che ha guidato l’opposizione nella consiliatura che si va chiudendo e che ha, in diverse occasioni, posto l’accento su quelli che sono stati indicati come problemi locali (depuratore, trasparenza, viabilità, modalità di apertura di “Villa Vittoria”). Dai toni moderati ma dai concetti fermi, Angilletta è stato fra i promotori del Comitato “Pro Catanzaro” ed è stato l’autore di una serie di iniziative dal basso. Crede nella “vittoria”, ma usa cautela nelle dichiarazioni.
Più indietro, dal punto di vista organizzativo, è paradossalmente l’attuale compagine amministrativa attualmente capeggiata dal sindaco Bruno Iorfida. Non c’è infatti nessuna certezza sul nome di chi affronterà da “capitano” la prossima competizione. La sensazione è che il gruppo abbia bisogno di confrontarsi e fare sintesi. L’attuale Amministrazione schiererà come frecce al proprio arco i risultati raggiunti in termini di raccolta differenziata e decoro urbano, nonché la valorizzazione del patrimonio di archeologia industriale. Entrambi gli schieramenti in campo avranno una connotazione civica e punteranno allo sviluppo del piccolo paese delle Serre, conosciuto in ambito storico-turistico per la presenza delle Ferriere borboniche.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento