Due garze nell’addome mesi dopo il parto cesareo all’ospedale di Vibo: una donna denuncia l’Asp

L'ospedale "Jazzolino" di Vibo Valentia

Ha presentato una denuncia a carico dell’Azienda sanitaria provinciale di Vibo Valentia una giovane donna di Tropea che, otto mesi dopo essersi sottoposta al parto cesareo presso l’ospedale “Jazzolino” di Vibo Valentia, si è ritrovata due garze nell’addome. Una scoperta inquietante che è stata possibile grazie alla Tac effettuata  al culmine di un calvario fatto di dolori e controlli medici. Francesca Trecate, questo il nome della 22enne, tornata presso la propria abitazione dopo la nascita della figlia, cominciò a lamentare violenti fastidi fisici. I diversi consulti medici compiuti presso la struttura ospedaliera vibonese si erano rivelati inutili ai fini della soluzione del problema che è emerso, in tutta la sua drammaticità, con la Tac dopo il cui esito la ragazza ha deciso di rivolgersi agli organi competenti.

 

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento