Due fratelli devastano e rapinano la reception di un hotel

Sono ritenuti responsabili, in concorso, dei reati di rapina e danneggiamento

Oggi personale della Polizia di Stato ha dato esecuzione all’ordinanza di applicazione della misura cautelare personale nei confronti di due fratelli, il 28enne M. C., con precedenti di polizia (destinatario della custodia cautelare in carcere) ed il 26enne M.A. (destinatario della misura cautelare degli arresti domiciliari), entrambi di Cosenza, emessa nella giornata di ieri dal Giudice delle indagini preliminari presso il Tribunale Ordinario di Cosenza, a seguito di richiesta della locale Procura della Repubblica, perché ritenuti responsabili, in concorso, dei reati di rapina e danneggiamento.
In particolare, gli investigatori della IV sezione “Reati contro il patrimonio e la Pubblica Amministrazione” della Squadra Mobile della Questura di Cosenza, a seguito di un’accurata attività investigativa, hanno individuato i presunti autori di un raid con danneggiamento e rapina perpetrato lo scorso dicembre ai danni di un noto hotel cittadino.


Più specificamente, quella mattina, i due fratelli, brandendo un bastone, sarebbero entrati nella struttura ed avrebbero danneggiato la reception e, minacciando un dipendente, si sarebbero fatti aprire la cassa, facendosi anche consegnare numerosi pacchetti regalo natalizi destinati ai clienti e ai dipendenti. I due fratelli si sono dati a precipitosa fuga non prima di aver continuato a minacciare l’addetto alla reception dall’avvisare le Forze dell’Ordine.
La ricostruzione della vicenda fatta dagli investigatori della Squadra Mobile è stata pienamente condivisa dalla locale Procura della Repubblica che ha richiesto e ottenuto dal GIP l’odierno provvedimento cautelare restrittivo.

Contenuti correlati