Due aeroporti calabresi chiusi su tre fino a metà luglio: Dieni delusa per le conseguenze su turismo ed economia

"Voglio sperare che Sacal abbia avanzato in tempo utile le richieste necessarie per la riapertura"

«Secondo quanto stabilito dall’ultimo decreto firmato dai ministri De Micheli e Speranza, gli aeroporti di Reggio Calabria e Crotone non riprenderanno la loro attività prima del 14 luglio. Fino a quella data, dunque, l’unico scalo calabrese operativo sarà quello di Lamezia Terme, a differenza di quanto assicurato da Sacal, che aveva annunciato la riapertura di tutti gli scali regionali entro l’1 luglio».

Lo afferma la portavoce del Movimento 5 Stelle alla Camera Federica Dieni. «Gli aeroporti di Reggio Calabria e Crotone – continua – non figurano nell’elenco degli scali per i quali è stata autorizzata la ripartenza. Si tratta di una brutta notizia per tutto il territorio calabrese e, in particolare, per l’intero sistema economico e turistico regionale, che aveva riposto molte speranze di riscatto nella prossima stagione estiva». «Voglio sperare che Sacal abbia avanzato in tempo utile le richieste necessarie per la riapertura dei due aeroporti. Allo stesso tempo – conclude Dieni –, mi auguro che la società di gestione voglia adoperarsi al più presto affinché gli scali di Reggio Calabria e Crotone possano riprendere la loro operatività al più presto».

Contenuti correlati