Diritti civili, La Strada e Riabitare Reggio con Pazzano Sindaco a fianco di Arcigay e Agedo

Condivise le battaglie nell'affermazione del principio di uguaglianza formale e sostanziale sancito dalla nostra Costituzione

Di seguito il testo integrale della risposta ad Arcigay e Agedo di Reggio Calabria da parte de La Strada e Riabitare Reggio con Pazzano Sindaco.

Carissim*,
abbiamo letto e condiviso le osservazioni e le richieste che le vostre associazioni hanno inteso sottoporre al nostro movimento e siamo ben felici di constatare la piena condivisione dello spirito e dei valori che ci animano. Lo abbiamo sempre fatto come singoli e in altre organizzazioni, ancor più lo facciamo oggi: La Strada si schiera a fianco delle vostre associazioni per le battaglie di avanzamento sul piano dei diritti civili e nell’affermazione del principio di uguaglianza formale e sostanziale sancito dalla nostra Costituzione, rifiutando categoricamente ogni forma di esclusione e discriminazione. Recepiamo, quindi, TUTTI i punti che ci avete sottoposto e ci impegniamo a concretizzarli con il vostro aiuto e il vostro protagonismo.
In particolare, ci impegniamo a:

  • Promuovere e sostenere azioni educative soprattutto con i giovani reggini, cercando alleanze con tutte le agenzie educative del territorio e includendo il tema dei diritti LGBTQIA+ all’interno di giornate informative, con campagne mirate di educazione e sensibilizzazione svolgendo costante azione di monitoraggio, raccolta dati, e garantendo pari diritti e pari accesso a tutti i servizi comunali a tutte le famiglie, incluse quelle con genitori dello stesso sesso e ai loro figli e figlie;
  • Promuovere, in seno alla Rete RE.A.DY. (Rete di Pubbliche Amministrazioni anti discriminazione per orientamento sessuale e identità di genere) percorsi di educazione e formazione rivolti ai dipendenti pubblici sulla necessità di adottare un linguaggio inclusivo rispetto ad ogni soggettività e sollecitare e supportare analoghi percorsi anche nelle organizzazioni di categoria e organizzazioni professionali; ci impegniamo inoltre ad un monitoraggio anche del linguaggio nella comunicazione istituzionale dell’Ente (dalla produzione della modulistica, alle comunicazioni ufficiali ed istituzionali, alla produzione di manifesti e locandine del Comune);
  • Celebrare istituzionalmente, attraverso iniziative di sensibilizzazione, informazione ed educazione alle differenze, la Giornata internazionale contro l’omofobia, la transfobia e la bifobia (17 maggio) e il TdoR – Giornata di commemorazione delle vittime dell’odio transfobico (20 novembre), con il massimo coinvolgimento di tutte le agenzie educative, massima risonanza mediatica e in rete a tutte le organizzazioni e associazioni che già operano in difesa dei diritti LGBTQIA+ e contro la violenza di genere;
  • Sostenere progetti di educazione all’affettività e alle differenze per orientamento sessuale, identità di genere, etnia, nazionalità, età, abilità o qualsiasi altra condizione personale e opporsi con ogni azione a tutte quelle manifestazioni che istigano alla violenza; ci impegniamo a sostenere anche campagne di carattere nazionale che vogliano fare lobby anche in sede parlamentare ed europarlamentare per avanzamenti sul piano normativo e di maggiore riconoscimento dei diritti;
  • Promuovere azioni concrete che puntino a informare e sensibilizzare la collettività circa i rischi sulle infezioni sessualmente trasmissibili, sollecitando anche altre istituzioni già deputate ad occuparsi della salute e del benessere come: ASP Azienda Sanitaria di Reggio Calabria, Consultori che insistono sul territorio cittadini, Ospedale Metropolitano, Associazioni dei Medici.
    Lottiamo ogni giorno per una società più equa, più giusta, che non respinge, non marginalizza, non esclude, con l’obiettivo di dare forza ad una sempre più responsabile comunità educante.
    Insieme a voi, sempre dalla stessa parte.

Contenuti correlati