Dipendente di una società mentre era in malattia, lavorava per un Caf: denunciato per truffa

La Polizia di Stato continua nella sua azione di contrasto ai reati in genere sia nel comune di Rossano che di Corigliano Calabro, con controlli straordinari del territorio voluti dal questore della provincia di Cosenza Giancarlo Conticchio.
Un 45enne, dipendente di una nota società di riscossione tributi per conto di enti locali, era dal mese di ottobre in malattia, ma continuava regolarmente ad effettuare un secondo lavoro presso un Caf, oltre ad andarsene in giro per la provincia alla guida dei propri veicoli.
Alla denuncia del responsabile della Società di riscossione tributi, sono seguite varie attività messe in atto dal personale del Commissariato di Rossano diretto dal commissario capo Giuseppe Massaro. Attività investigative fatte di verifiche, riscontri e pedinamenti, conclusisi nel pomeriggio del 7 febbraio allorquando il “truffatore” è stato sorpreso, dai poliziotti del Commissariato di Rossano, negli Uffici di un Caf di Mirto mentre era intento ad espletare piena attività lavorativa al servizio degli utenti che per problematiche varie si rivolgevano a lui.
All’esito degli accertamenti l’uomo veniva deferito all’Autorità giudiziaria per il reato di truffa.
La Polizia di Stato invita i cittadini a fornire ogni utile informazione su casi del genere.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento