Dinami, Di Bella richiama il sindaco: “Prima risolvere i problemi di base, poi pensare all’impianto dei rifiuti”

“La concentrazione del dibattito sulla realizzazione dell’impianto dei rifiuti sta deviando l’attenzione facendo passare in secondo piano tematiche che, invece, sono di vitale importanza per la comunità”.

L’ex vicesindaco e direttore regionale di Encal-Cisal Nino Di Bella analizza la situazione di Dinami ed indica quelle che considera delle priorità. “Prima di parlare di discarica – sostiene – sarebbe più opportuno guardare ad una viabilità che è disastrosa e che comporta evidenti pericoli per chi è alla guida, oltre che ritardi significativi. Penso soprattutto alla Dinami-Mileto ed a contrada Umbro, che sono fonte di disagi non indifferenti. Penso che prima di ipotizzare una pista ciclabile, si debba capire se ci sono le condizioni per viaggiare”.

Di Bella considera “problematico” un contesto in cui “non sappiamo ancora se saremo commissariati in tema alla depurazione” ed in cui “il Comune non riesce a spendere importanti fondi destinati ad arginare il dissesto idrogeologico”. “A Dinami – riflette ancora Di Bella – ci sono dei parchi (Soreto) degni di nota e c’è il Santuario della Madonna della Catena che rappresenta un punto di riferimento per i fedeli. Ci sono rilevanti motivi di attrazione, eppure il turismo non decolla perché mancano le condizioni minime. Lo sviluppo sembra una chimera e l’Amministrazione appare distratta. A mio avviso, bisognerebbe prima risolvere le questioni di base e, poi, se davvero come dice il sindaco la popolazione vuole, l’impianto dei rifiuti, che sembra impattare più su Paravati e sul Santuario di Natuzza che non su Dinami, potrà essere realizzato. Intanto, potrebbero essere effettivamente avviate tante attività come, ad esempio, i Progetti utili alla collettività con l’utilizzo dei beneficiari di reddito di cittadinanza che potrebbero dare un contributo per migliorare la vivibilità del nostro paese ed anche per creare inclusione sociale. In altri centri è stato fatto, a Dinami ancora no. Auspico pertanto – conclude Di Bella – un impegno fattivo dell’Amministrazione affinché siano affrontati e risolti i problemi quotidiani che attanagliano la nostra comunità e, solo dopo, argomenti più lontani dalle esigenze immediate dei nostri cittadini”.

Contenuti correlati