Di Maio non riceve i precari calabresi al termine del comizio: la delusione del sindacato

All'iniziativa hanno partecipato centinaia di lavoratori

“Oggi in piazza attraverso un sit-in pacifico, in contemporanea alla venuta a Cosenza, presso il Cinema Teatro Italia, del ministro del Lavoro, nonché vice premier Luigi Di Maio, abbiamo voluto sollecitare – dichiara Gianvincenzo Petrassi, Segretario nazionale della UIL TEMP – lo stesso e l’intero Governo, sulla problematica dei precari calabresi.

A seguito dello stesso sit-in ci siamo interfacciati con il portavoce di Di Maio, al quale è stato consegnato un documento di sintesi delle problematiche che attanagliano i tanti precari calabresi, con l’intento e la speranza che lo stesso agisca di conseguenza a livello nazionale, alla luce, purtroppo, delle tante vertenze aperte ad oggi ancora non concluse. All’iniziativa hanno partecipato centinaia di lavoratori in attesa di avere delle risposte certe da parte dei uno dei massimi rappresentanti dello Stato”. “Purtroppo – sottolinea deluso il rappresentante sindacale – il Governo del cambiamento, non risulta essere così, in quanto di fatto il ministro Di Maio ha preferito tenere il comizio senza poi, nello specifico, ricevere personalmente nessuno. Il sit-in si riferisce alla condizione dei lavoratori LSU-LPU e dei tirocinanti e tutti i precari”. “La UIL TEMP – assicura Petrassi – non arretrerà il suo interesse nei confronti di tutti i lavoratori che rappresenta e ogni occasione sarà utile per far sentire la loro voce”.

Contenuti correlati