Delegazione del ministero dell’Agricoltura del Marocco in visita al Parco delle Serre

Il 17 luglio un’importante delegazione proveniente dal Marocco e composta da docenti universitari, in qualità di delegati dal ministero dell’Agricoltura, ha avuto l’opportunità di visitare i magnifici luoghi e ambienti del Parco delle

Serre e di presiedere ad un proficuo colloquio programmatico con la struttura dirigenziale del Parco stesso. Infatti, presso la sede del Parco, il Commissario uscente  Sodaro ha accolto nei propri locali la delegazione illustrando loro le attività che l’ente conduce sul proprio territorio e i progetti di promozione territoriale attivi. Il Commissario uscente si è soffermato più volte nel rimarcare il ruolo baricentrico del territorio del Parco delle Serre rispetto ad un bacino molto più ampio quale è appunto il Mediterraneo, sbocco naturale verso l’internazionalizzazione. Gli ospiti stranieri, afferenti all’Institut Agronomique et Veterinaire Hassan II, emanazione del Ministero dell’Agricoltura del Marocco, sito a Rabat, sono rimasti entusiasti per le bellezze naturali e storiche che il Parco può offrire ai propri visitatori e per il connubio tra arte, storia, religione e ambiente che rappresentano dei punti fondamentali e di distinzione rispetto ad altri Parchi Naturali  visitati dalla stessa delegazione durante il proprio tour in Italia. I successivi passi saranno la stipula di un apposito accordo bilaterale tra il Parco delle Serre e il ministero dell’Agricoltura del Marocco per favorire le scambio di buone pratiche per la corretta gestione dei territori naturali di cui il Parco si è fatto proponente. La delegazione straniera, da parte sua, ha valutato positivamente le azioni intraprese dal Parco stesso per merito dello stesso Sodaro. Gli ospiti, durante la visita, sono stati accompagnati da alcuni docenti universitari del Dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi di Reggio Calabria con cui il Parco ha stipulato un importante protocollo di intesa per la valorizzazione delle aree forestali e naturali attraverso percorsi formativi e di ricerca. Questa iniziativa di internalizzazione di cui il Dipartimento di Agraria è il proponente rientra in un percorso più ampio finanziato in ambito Europeo (Erasmus Plus) e serve a promuovere e visitare le aree di maggiore interesse naturale, agricolo e forestale della Calabria al fine di realizzare un ponte di scambi culturali e di promozione dei territori in prospettiva di future cooperazioni con i Paesi che si affacciano sul Mediterraneo.
L’incontro, tenutosi presso il Parco delle Serre, pertanto, ha rappresentato una vetrina di rilevante interesse da promuovere con un Paese che si affaccia sul Mediterraneo con grandi margini di sviluppo turistico, agricolo e forestale.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento