Dal Barcellona al Milan, le squadre di calcio che hanno vinto di più nella storia

Prendendo in considerazione le innumerevoli competizioni calcistiche dei vari Paesi, grazie al calcio sono centinaia le formazioni che si affrontano ogni anno. Tutti gli appassionati se lo saranno chiesti almeno una volta: quali sono, però, le squadre migliori del mondo? Al giorno d’oggi è facile indicare il Bayern Monaco o il Barcellona come delle superpotenze europee, considerando i recenti successi in Champions League, considerata la più prestigiosa manifestazione per club. Già, perché per il blasone delle società il titolo di campione d’Europa vale paradossalmente più di quello di campione del mondo. Tuttavia, volendo stilare una classifica delle squadre più vincenti della storia, bisogna tenere in conto tutti i tipi di trofei conquistati al di fuori dei propri confini nazionali.

Al primo posto della graduatoria troviamo dunque il Real Madrid. Gli spagnoli vantano infatti 27 titoli internazionali, di cui 13 Coppe dei Campioni/Champions League, 2 Coppe UEFA, 4 Supercoppe Europee, 3 Coppe Intercontinentali e 4 Mondiali per Club. A queste si aggiunge una Coppa Iberoamericana. Al secondo posto, invece, troviamo a sorpresa una formazione egiziana: si tratta dell’Al-Ahly, che qualche anno fa era balzata agli onori delle cronache anche in Italia per via della militanza di Fabio Cannavaro. In questo caso il palmarès parla di 21 trofei, ma nessuno a livello FIFA. Nella sua storia, infatti, l’Al-Ahly si è aggiudicato al massimo una Coppa dei Campioni afro-asiatica.

Al terzo posto ecco finalmente il Milan. Per anni noto come “il club più titolato al mondo”, il sodalizio rossonero fu superato però nel 2014 proprio dall’Al-Ahly che oggi conta 3 coppe in più. Le gesta internazionali del “Diavolo” sono ben note ai tifosi italiani, anche a chi non tiene particolarmente ai colori rossoneri: 7 tra Coppe dei Campioni e Champions League (di cui l’ultima vinta nel 2007), 2 Coppe delle Coppe, 5 Supercoppe UEFA, 3 Coppe Intercontinentali e una sola Coppa del mondo per club.

Già, perché il torneo che mette di fronte le migliori squadre di tutti i continenti ha visto cambiare sensibilmente la propria formula nel terzo millennio e di conseguenza il Milan non ha avuto spesso la possibilità di parteciparvi. Per scoprire la storia, curiosità e informazioni sul Mondiale per club FIFA bisogna tornare indietro fino al 2000. Inizialmente, a scontrarsi erano solo i campioni d’Europa e del Sudamerica. Va da sé che pur avendo messo più volte le mani sulla Coppa Intercontinentale, i rossoneri non potevano fregiarsi del titolo di campione del mondo, ma dal 2017 la FIFA ha riconosciuto a posteriori anche i vincitori di questo trofeo come detentori del titolo.

Al pari merito col Milan, al terzo posto ci sono altre due squadre: il Boca Juniors e l’Independiente. 18 trofei per gli “Xeneizes”, con 6 Coppe Libertadores, l’equivalente della Champions in Sudamerica. Nell’attuale incarnazione del Mondiale per club, però, il Boca non ha mai ottenuto successi. Discorso analogo per l’Independiente, che ha vinto una Coppa Libertadores in più. Al sesto posto della graduatoria troviamo finalmente il Barcellona, che illuminato gli occhi di tutti gli amanti del pallone nell’ultimo decennio. Settimo, invece, il Liverpool. Il Bayern Monaco, campione d’Europa in carica, occupa l’ottava posizione insieme agli egiziani dello Zamalek.

Contenuti correlati