Crisi idrica, il Codacons pronto ad “accogliere ogni istanza di tutela del cittadino”

“A fronte di un’emergenza idrica che, questo per fortuna, conosce ben pochi precedenti storici”, il Codacons esprime “rammarico e preoccupazione di fronte alle modalità ‘paleontologiche’ con le quali la predetta emergenza, semmai tale possa definirsi (visto che la ‘leggerezza’ nell’ordinaria manutenzione della rete di conduttura dell’acqua ne accentua la manifestazione di situazione contingente e, a questo punto, inevitabile, piuttosto  che caratterizzarla quale evento determinato da causa di forza maggiore), è stata gestita da una società a ciò preposta quale Sorical”.

Il responsabile territoriale dell’associazione a tutela dei consumatori, Michele Carnovale, rileva inoltre che “le immagini consegnate dai social network, colte sul luogo dei lavori di ripristino dell’impianto idrico in questione, inducono a considerazioni di forte reprimenda in afferenza alle ataviche carenze gestionali di cui è affetto il territorio, dove tutto è lasciato all’alea dell’improvvisazione, con il conseguente, inevitabile, insorgere di palesi difficoltà per il privato”.

Alla luce dei sempre più numerosi e insopportabili disagi, il Codacons “auspica pronta ed esaustiva risoluzione della problematica che sta affliggendo Serra San Bruno e circondario, pronto ad accogliere, comunque, ogni istanza di tutela del cittadino, valutando la sussistenza dei presupposti di ogni possibile azione a ciò preposta ed invitando chi di competenza ad assumersi le opportune responsabilità connesse ai disagi, non indifferenti, ad oggi causati”.    

Contenuti correlati