Covid-19, Spirlì incontra i Primari di Malattie Infettive: “Nessuno resterà senza cure”

"So che la mia gente di Calabria è in buone mani, materne e paterne"

Nuovo vertice in Regione Calabria per affrontare l’epidemia da Coronavirus. Il presidente facente funzioni della Giunta, Nino Spirlì, ha incontrato questo pomeriggio in Cittadella a Catanzaro i Primari dei reparti di Malattie infettive degli ospedali della regione.


Al centro dell’incontro, l’analisi di nuove strategie, alla luce del nuovo scenario regionale e nazionale, per contrastare gli effetti del Covid-19 in Calabria, con particolare attenzione alla questione dei ricoveri e delle terapie per ottimizzare l’assistenza e la degenza dei malati. Al vertice, a cui ha preso parte anche il delegato del soggetto attuatore, Antonio Belcastro, erano presenti Carlo Torti, Primario di Malattie infettive del Policlinico universitario di Catanzaro; Lucio Cosco, Primario di Malattie infettive del “Pugliese Ciaccio” di Catanzaro; Giuseppe Foti, Primario di Malattie infettive del Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria; Benedetto Caroleo, infettivologo della task force regionale; Giuseppina Panizzoli, Commissario straordinario dell’Azienda Ospedaliera “Annunziata” di Cosenza. «Ringrazio i Primari per la loro disponibilità massima e per l’impegno profuso negli ultimi mesi e in questi giorni così complessi. La loro alta professionalità e la grande disponibilità al sacrificio – afferma Spirlì – mi tranquillizzano. So che la mia gente di Calabria è in buone mani, materne e paterne. Nessuno resterà senza cure. Nessuno si sentirà solo».

Contenuti correlati