Cotticelli non sapeva nemmeno di essere il responsabile del Piano Covid, Spirlì: “Si dimetta anche Speranza”

Dichiarazioni a sfondo drammatico quelle del commissario per la Sanità in Calabria Saverio Cotticelli a “Titolo V” su Rai 3. Il commissario, incalzato dal giornalista, dopo aver inizialmente tergiversato, ha ammesso – leggendo un parere dai lui stesso chiesto al Ministero – di essere il responsabile del Piano Covid per la Calabria e, non avendolo attuato, di dover essere presumibilmente “cacciato domani mattina da qui”.

Sul caso è intervenuto il presidente facente funzioni della Regione Calabria Nino Spirlì che ha affermato: “il Ministro Speranza non ha controllato Gliel’ho chiesto continuamente di non prorogare il commissariamento della Sanità calabrese, proponendo una gestione condivisa per sei mesi e, poi, la restituzione della gestione ai calabresi. Mi ha detto di No.

Ora, direi, ministro Speranza devi dimetterti i calabresi ora sanno che la malasanità non è colpa della Regione, ma del Governo e dei suoi commissari”.

Contenuti correlati