Costringe con gravi minacce di morte la compagna a rimanere chiusa in casa: i Carabinieri lo arrestano

Nei giorni scorsi, gli agenti della Polizia di Stato in servizio presso il Commissariato di P.S. Gioia Tauro hanno tratto in arresto, per ordine di esecuzione emesso dall’Autorità Giudiziaria, un cittadino del comprensorio gioiese, a seguito di denuncia per i reati di maltrattamenti in famiglia ed atti persecutori nei confronti della compagna.


Il personale della Polizia di Stato, dopo aver raccolto denuncia della donna per gravi minacce di morte poste in essere dal proprio compagno, ha effettuato una serie di accertamenti ed attività delegate dall’A.G., dalle quali sono emersi importanti trascorsi che hanno aggravato quanto già di pericoloso formalizzato dalla parte offesa.
Infatti, a seguito di ciò, è stato tempestivamente emesso dall’Autorità Giudiziaria di Palmi un provvedimento cautelare a carico dell’uomo a tutela della donna, della figlia minore e dei suoi familiari coinvolti nella vicenda.
L’uomo, con diversi trascorsi giudiziari e di polizia, incurante del provvedimento, ha reiterato ed aggravato i suoi atteggiamenti lesivi, vessatori e persecutori nei confronti della vittima, costringendola con gravi minacce di morte a rimanere chiusa in casa ed a non poter svolgere alcun tipo di attività.
Il susseguirsi degli eventi critici ha dato origine ad un aggravio della misura a carico dell’uomo; lo scorso 22 settembre, grazie al fondamentale coordinamento della Procura della Repubblica di Palmi, lo stesso è stato tratto in arresto, per ordine di esecuzione, dai poliziotti del Commissariato di P.S. Gioia Tauro, per essere poi posto ai domiciliari presso la propria abitazione, lontano dall’ex compagna.

Contenuti correlati