Concluse le attività dei volontari del Gruppo di Protezione civile di Mongiana a Crotone

Concluse ieri sera le attività di emergenza del Gruppo di Protezione civile di Mongiana a Crotone. Sono stati “5 giorni intensi e pieni di lavoro”, con numerosi interventi che hanno certamente creato non poche difficoltà prima di essere conclusi con successo.

“Abbiamo avuto il piacere – hanno commentato i volontari – come spesso accade durante questo tipo di emergenze, di svolgere le attività di soccorso in sinergia con i Volontari delle Associazioni E.R.A.T., N.E.R.S., Radio Club Lamezia, Rocca Nucifera, G.C. Sant’Andrea e O.V.P.C.M. con il solo obiettivo di aiutare chi aveva bisogno. Abbiamo prontamente risposto all’attivazione da parte dell’U.O.A. Protezione Civile Calabria impiegando nel più breve tempo possibile 2 squadre specializzate, 2 mezzi fuoristrada, 7 pompe idrovore (in accordo con i volontari ERAT) oltre ad un’autobotte da 4000 litri della Protezione Civile regionale per il lavaggio delle strade invase dal fango”.

“Sul posto – hanno precisato – il primo giorno anche il sindaco di Mongiana che ha lavorato costantemente insieme a noi durante le attività di prosciugamento di cantine e garage allagati; questo ci rende certamente orgogliosi perché non capita spesso di avere accanto ai volontari della Prociv, nel fango e sotto la pioggia le autorità territoriali di Protezione Civile”.

Ora la situazione sta tornando piano piano alla normalità. “Abbiamo cercato – hanno specificato i volontari – di andare incontro alle esigenze di tutti comprendendo anche la situazione dei cittadini che in un solo giorno hanno perso i sacrifici di una vita. Grazie ai funzionari Costarella e Forgione, al personale dell’UdP della Protezione Civile di Crotone e del C.O.C. di Crotone per il prezioso supporto che ci hanno dato durante le attività di soccorso”.

Contenuti correlati