Comunali Reggio, dal letargo del centrodestra spunta l’ipotesi della candidatura a sindaco di Sandro Nicolò

Potremmo essere giunti ad uno snodo decisivo

Nell’apparente torpore da cui il centrodestra, agli occhi dell’opinione reggina, non riusciva a scuotersi, sembra che qualcuno si sia mosso con circospezione al fine di piazzare la zampata, non si sa ancora se decisiva, per blindare la sua candidatura a sindaco.

A dare fuoco alle polveri facendo uscire allo scoperto le intenzioni fin lì tenute ben nascoste nella cassaforte delle ambizioni è stato un sondaggio spuntato tre giorni fa su Facebook. A pubblicarlo la pagina Facebook “Tradizione Partecipazione” che ha messo in fila quindici esponenti politici e dieci rappresentanti della società civile cui poter destinare la preferenza degli iscritti. Immediatamente si è concentrata sul nome di Alessandro Nicolò una considerevole messe di voti, gran parte dei quali provenienti dalla sua stessa area d’influenza gravitante attorno ad una parte consistente di Fratelli d’Italia. A seguire tutti gli altri, alcuni destinatari di un consenso individuale d’opinione, altri, invece, subito lesti a sfruttare quel minimo di visibilità che può concedere un sondaggio “provocatorio” sul popolare social network. In realtà, dietro questa “virtuale” prova di forza non si nasconde alcun bluff, non si cela alcun doppio gioco del consigliere regionale storicamente nelle fila di Forza Italia e poi transitato, in seguito alla delusione della mancata candidatura alle Politiche dello scorso 4 marzo, nel partito guidato da Giorgia Meloni. Per uno dei paradossi cui la politica ha abituato gli addetti ai lavori, una delle primissime esperienze amministrative dell’ex vicepresidente del Consiglio regionale risale all’epoca di Italo Falcomatà, padre dell’attuale sindaco della città dello Stretto. Non era uno dei nomi circolati nelle settimane e nei mesi segnati dal silenzio della coalizione. Ciò significa che ha tessuto la tela, mobilitando prima di tutto i suoi ed arrivando adesso, nel momento clou delle scelte, a proporsi agli interlocutori con una forza che andrà pesata al tavolo, quello vero, delle trattative con gli altri movimenti e partiti. A tal proposito potremmo essere giunti ad uno snodo decisivo, in grado di indirizzare, in un senso o nell’altro, l’epilogo delle negoziazioni. A cavallo tra la fine di questa settimana e l’inizio della prossima, infatti, è in programma una interpartitica convocata dal deputato di Forza Italia Francesco Cannizzaro. Sarà l’occasione per verificare chi ci sta e chi, al contrario, non è convinto dell’opzione Nicolò, dentro e fuori Fratelli d’Italia, mettendo sul tavolo alternative autorevoli, credibili e solide.

Contenuti correlati