Coltello in mano, tenta di estorcere denaro: bloccato e arrestato

E' accusato di tentata estorsione

Personale della Squadra Volante della Questura di Crotone, congiuntamente al personale del Comando Polizia Municipale di Crotone, ha tratto in arresto C.A., milanese di 43 anni, per il reato di tentata estorsione.

Gli agenti della Squadra Volante intervenivano in ausilio alla Polizia Municipale di Crotone che si è trovata di fronte all’uomo che poco prima avrebbe minacciato un cittadino crotonese brandendo un coltello e chiedendo insistentemente soldi. L’uomo, liberatosi dall’aggressore, immediatamente ha chiesto aiuto all’agente della Polizia Municipale che si trovava in servizio lì vicino, il quale ha seguito a vista il soggetto senza mai perderlo d’occhio. A stretto giro sono giunti sul posto gli agenti della Squadra Volante in ausilio, i quali, con non poche difficoltà, sono riusciti ad individuare prima e bloccare poi il soggetto che più volte ha inveito e colpito gli stessi operatori. Attesa la forte aggressività mostrata nei confronti degli stessi, gli agenti lo hanno portato in Questura per le formalità del caso. Successivamente, lo stesso è stato tratto in arresto per il reato di tentata estorsione e deferito per i reati di resistenza e minaccia a Pubblico Ufficiale; i poliziotti, inoltre, spintonati e presi a calci, hanno riportato lievi traumi alle braccia e alle gambe. All’esito dell’udienza di convalida dinanzi al Tribunale di Crotone, C.A. è stato condannato alla pena della reclusione a 3 anni e a 400 euro di multa. Allo stesso gli agenti della Polizia di Stato hanno notificato successivamente il Foglio di Via Obbligatorio emesso dal Questore di Crotone con il quale si impartisce l’obbligo al soggetto di non far rientro sul territorio del Comune di Crotone per un periodo di tre anni.

Contenuti correlati