Circolo Alter di Fratelli d’Italia: “L’emergenza Covid rischia di far abbassare l’attenzione sui fatti di microcriminalità”

"Si fa sempre più evidente la necessità di uno sforzo maggiore da parte di tutte le istituzioni"

“L’emergenza sanitaria attira a sé l’attenzione dei media e dei cittadini anche alla luce delle vicende” – definite dal Circolo Alter Fratelli d’Italia di Catanzaro – “tragicomiche riconducibili alla nomina del Commissario alla Canità calabrese.
Tuttavia, esistono altri fatti che purtroppo vengono percepiti forse in modo troppo marginale dall’opinione pubblica.
In poche ore, nel centro della nostra città, si sono verificati due episodi di microcriminalità.


Ci riferiamo al furto di un biglietto gratta e vinci di 200 euro rubato sotto gli occhi del vincitore all’interno di una ricevitoria, ed al brutto risveglio di un commerciante che ha subito un furto nel suo negozio di telefonia mobile, la cui vetrina è stata mandata in frantumi.
Non sono fatti di poco conto, ma un campanello di allarme da non sottovalutare”. “La crisi economica – è l’analisi fornita dai militanti di FdI – si fa sentire in tutta la sua gravità e per alcune famiglie diventa difficile andare avanti. I negozianti, quelli a cui è consentito tenere aperte le saracinesche, affrontano un nuovo lockdown non dichiarato. Aprono le loro attività e, soprattutto al pomeriggio, chiudono i registratori di cassa a saldo zero. Se a tutta questa incertezza si aggiunge anche il timore di diventare vittime di piccoli criminali, il quadro diventa ancor più preoccupante.
Consideriamo importante alzare il livello dell’attenzione rispetto ad azioni criminali che colpiscono le piccole attività in un momento delicato come quello che stiamo vivendo.
Ringraziamo le forze dell’ordine per la loro capillare attività di controllo del territorio, ma si fa sempre più evidente la necessità di uno sforzo maggiore da parte di tutte le istituzioni, aumentando l’impegno nel controllo del territorio e nella repressione dei reati, ma soprattutto con interventi di sostegno economico alle persone in difficoltà e alle attività economiche”.
“Senza sicurezza, la crisi economica legata alla pandemia – è il timore nutrito dai componenti del Circolo Alter Fratelli d’Italia – rischia di alimentare la paura e il disagio dei cittadini.”

Contenuti correlati