Caso EasyJet, Mangialavori: “Calabria vittima di pregiudizi, le scuse non bastano”

“Bene le scuse di EasyJet, la Calabria non può sopportare di essere ancora vittima di pregiudizi un tanto al chilo, ancor più gravi se a perpetrarli è una compagnia che dovrebbe invogliare i turisti a visitare la nostra meravigliosa terra”.

A dirlo è il senatore di Forza Italia Giuseppe Mangialavori.

“La sezione ‘Ispirami’ del sito della compagnia inglese – argomenta il parlamentare – riportava un testo molto offensivo perché spiegava ‘l’evidente assenza di turisti’ (affermazione falsa) con la sua ‘storia di attività mafiosa e di terremoti’ e con la ‘mancanza di città iconiche come Roma o Venezia capaci di attrarre i fan di Instagram’. Francamente, era difficile realizzare una descrizione peggiore di questa».

“La Calabria – continua Mangialavori – avrebbe meritato ben altre parole, non queste, permeate di pregiudizi in gran parte falsi. Il danno di immagine prodotto da EasyJet potrebbe essere davvero rilevante. Ecco perché le scuse, da sole, potrebbero non bastare”.

“Ci auguriamo – conclude il senatore di Fi – che la compagnia, nel prossimo futuro, voglia investire maggiormente nella promozione della Calabria. Magari potrebbe farlo descrivendo gli innumerevoli tesori di cui dispone questa regione: da Tropea a Scilla, dai Bronzi di Riace al Codex Rossanensis, dall’Area archeologica Antica Kroton ai tre Parchi nazionali. La lista potrebbe essere infinita, c’è l’imbarazzo della scelta, altro che mafia e terremoti”.

Contenuti correlati