Caraffa. Sciumbata replica a “Pensiero Libero”: “Noi attenti al territorio, la minoranza diffonde allarmismo”

Non sono piaciuti al sindaco di Caraffa Antonio Sciumbata i comunicati della minoranza di Caraffa poiché, a suo avviso, diffonderebbero “allarmismo e preoccupazione tra la popolazione ledendo l’immagine del Comune e facendo intendere che lo stesso versa in una situazione di estremo degrado”. In particolare, il primo cittadino replica al gruppo di minoranza “Pensiero Libero”, che aveva rilevato la presenza di insetti infestanti, specificando che “periodicamente nel territorio comunale viene effettuata la disinfestazione del paese, con personale e mezzi messi a disposizione dei competenti servizi della Asp di Catanzaro”.

“Inoltre – aggiunge Sciumbata – viene effettuata la pulizia ed il diserbo delle aree pubbliche, l’ultimo intervento in ordine di tempo si sta realizzando in questi giorni ed è stata emessa, come ogni anno, apposita ordinanza sindacale per la pulizia ed il diserbo delle aree private, la cui osservanza è demandata alla Polizia Municipale che esegue ripetuti controlli. La pulizia del paese è garantita anche dal sistema di raccolta differenziata con il metodo del porta a porta che evita l’accumulo dei rifiuti solidi urbani”. Di più, “nessuna segnalazione all’Amministrazione comunale è pervenuta a proposito di insetti infestanti da parte di cittadini e operatori sanitari”.
Quanto alle critiche mosse dal medesimo gruppo civico in relazione al nubifragio di domenica scorsa, Sciumbata boccia senza appello la versione secondo cui “per incuria e negligenza da parte dell’Amministrazione, si sono avuti danni ingenti e create situazioni di pericolo per i cittadini”.
“Notizie allarmistiche – commenta il sindaco – smentite dai continui monitoraggi effettuati nelle ore di intensa pioggia e subito dopo dalla Polizia Municipale e da altro personale che ha operato nell’ambito del Centro Operativo Comunale (COC), prontamente costituito a seguito di allerta meteo Liv. 3 emessa dalla Protezione Civile. Tra le iniziative di prevenzione intraprese nell’occasione – sottolinea – la diffusione dell’allerta meteo attraverso: e-mail inviate a tutte le famiglie residenti nelle aree a rischio, la pubblicazione sul sito istituzionale dell’Ente, l’affissione nelle bacheche informative comunali. Nelle aree a rischio il corso dei torrenti e le infrastrutture sono state monitorate e nessuna situazione di danno è stata rilevata dall’Unità Tecnica Mobile, anche per quanto attiene alle rete viaria, per come emerge dai relativi rapporti, nonostante l’intensità del fenomeni atmosferici. Per mitigare maggiormente eventuali situazioni di rischio – conclude – è in corso l’appalto per l’affidamento dei lavori di messa in sicurezza dei fossi di competenza comunale e di opere di salvaguardia del territorio, per un importo complessivo di circa 300.000 euro”.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento