Caraffa, 92enne salvata dopo il nubifragio. De Santis: “Va garantita un’abitazione adeguata”

“Una donna di 92 anni, residente in un alloggio di proprietà dell’Aterp a Caraffa, è stata soccorsa, assieme alla figlia, dai Vigili del Fuoco di Catanzaro nella sua casa inagibile a causa di una notevole infiltrazione di acqua dal tetto, a seguito dei temporali di questi giorni”.

A raccontare la vicenda è Antonio De Santis, responsabile di zona del Partito socialista, che sostiene di aver contattato gli uffici Aterp dai quali avrebbe ricevuto “notizie confortevoli”, anche se non in termini di un “un riscontro eloquente”, poiché, sarebbe “pronto un progetto di ristrutturazione generale dell’immobile, i cui lavori inizieranno tra poco tempo, ma sicuramente non realizzabili in tempi brevi”. “L’anziana signora – aggiunge De Santis – momentaneamente è stata ospitata dal genero, che, ha un’abitazione in cui vive con un nucleo familiare di quattro persone e quindi poco confortevole per le esigenze della donna”. L’esponente politico attacca poi l’Amministrazione comunale che non sarebbe “stata in grado di garantire il sacrosanto diritto di avere una propria abitazione alla signora” e chiede “a voce alta giustizia sociale” invitando ad “immedesimarsi nella signora che porta i segni di lunghissimi anni di duro lavoro”.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento