Capistrano, si dimette il consigliere comunale d’opposizione Bruno Cortese

L’esponente di minoranza è stato indagato nel 2020 in occasione dell’operazione “Imponimento” con l’accusa di traffico di influenze illecite

“Nella giornata di lunedì 3 aprile procederò a consegnare al protocollo del Comune di Capistrano le mie irrevocabili dimissioni dalla carica di consigliere comunale”. L’annuncio arriva dal consigliere di minoranza Bruno Cortese che parla di “decisione lunga e sofferta” precisando “in un momento molto delicato della vita amministrativa del Comune come questo, colpito dall’invio di una commissione d’accesso lo scorso dicembre 2022” di ritenere “opportuno allontanare ogni dubbio alcuno sull’integrità dell’apparato istituzionale comunale attualmente alla guida”. “Sono stato consigliere comunale di maggioranza nella corsa consiliatura – sostiene Cortese – calandomi nel ruolo di oppositore in quella odierna. Sono garantista ed attento osservatore delle leggi costituzionali palesando pertanto che chiunque sia colpito da tali circostanze giudiziarie sia innocente fino a terzo grado di giudizio. Ma i tempi sono obiettivamente cambiati ed il pregiudizio accusatorio oramai è divenuto una prassi comunemente diffusa che si dissocia anche dai principi costituzionali. Posso dire però – prosegue di aver sempre lavorato per il bene della collettività, nella massima trasparenza e lealtà tenendo costantemente fede agli obblighi assunti nelle vesti di amministratore locale”. Cortese afferma di essersi “sempre battuto in maniera imparziale per tutelare gli interessi dei cittadini evidenziando agli uffici appositi, spesso, i problemi che attanagliano i nostri territori”. Nella particolare situazione in cui si trova attualmente il Comune, Cortese sente “doverosamente e per spirito di moralità, di allontanare ogni forma di supposizione che possa in qualche modo ledere l’immagine dell’Amministrazione comunale assoggettandola a supposizioni presunte che non hanno certo in tale circostanza fondamento di esistere e che potrebbero in occasione delle sfide future, causare una paralisi di crescita irreversibile”. Pertanto, dopo aver ringraziato il sindaco, la giunta, il presidente del consiglio, i consiglieri comunali, il segretario generale, gli uffici ed i dipendenti tutti, Cortese rimette il mandato dimettendosi “irrevocabilmente dalla carica di consigliere comunale”. “Spero – conclude – che l’attuale maggioranza sappia dimostrare, anche in questa occasione, la trasparenza e la legalità e l’imparzialità a cui si è sempre assoggettata quotidianamente”.

Contenuti correlati