Capistrano, sequestrata un’area adibita a discarica abusiva di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi

I Carabinieri Forestali, nell’ambito di un servizio di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione di illeciti ambientali, effettuato unitamente ai colleghi della Stazione Carabinieri di Monterosso Calabro, hanno accertato, in località “Driale”, agro del comune di Capistrano, che, in un’area boscata con piante di sughera, avente una superficie di circa 2000 mq., erano stati depositati diversi cumuli rifiuti speciali, pericolosi e non pericolosi, di natura eterogenea, provenienti prettamente da veicoli fuori uso in evidente stato di abbandono e privi di parti essenziali, quali pneumatici, batterie non sottoposte alla rimozione dei liquidi, ricambi e attrezzi di varia natura, componenti meccaniche, metalliche e non metalliche, materiale plastico.

Contestualmente all’accertamento, presente sul posto, è stato identificato il proprietario del terreno, tale S. B., residente a Capistrano. Considerato che tale attività veniva eseguita in totale violazione delle norme regolanti il settore, si è proceduto al sequestro dell’area su cui erano stati posti i rifiuti e a deferire il soggetto, in stato di libertà, alla competente Autorità giudiziaria.
L’area oggetto di intervento ricade in zona sottoposta a vincolo paesaggistico-ambientale. I reati contestati riguardano la realizzazione di discarica abusiva in area sottoposta a vincolo paesaggistico ambientale in violazione al D.L.vo n. 152/2006 e D. L.vo n. 42/2004.
Rimane elevata la soglia di attenzione dei Carabinieri Forestali sulla tutela del territorio e dell’ambiente, che diventa ancora più efficace grazie alla collaborazione dei cittadini che possono segnalare presunti illeciti al numero di emergenza ambientale 1515.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*