Calcio: i migliori risultati di sempre delle calabresi in Serie A e Coppa Italia

Il Bel Paese, si sa, respira e vive di calcio da nord a sud: Serie A, ma anche Serie B e categorie minori appassionano e tengono con gli occhi puntati sugli schermi, durante i weekend e nei turni infrasettimanali, milioni di tifosi. Le squadre del centro-nord continuano ad essere le più seguite e le più blasonate, con giocatori di caratura internazionale in rosa e continuità di partecipazione nelle coppe europee. Leggermente diverso è il discorso per le squadre del Meridione, sebbene alcune abbiano raggiunto dei picchi di grandezza per quanto riguarda la loro storia.

Un caso è quello della Reggina, squadra del capoluogo calabrese: raggiunse per la prima volta la promozione nella massima serie italiana al termine del campionato cadetto del 1998/1999 e militò in Serie A, nel decennio dal 1999 al 2009, per ben nove volte, sette delle quali in maniera consecutiva. Il miglior piazzamento in Serie A per la squadra amaranto è il decimo posto raggiunto nella stagione 2004-2005, mentre in Coppa Italia non è mai andata oltre gli ottavi. 

Particolare è anche la storia del Crotone: promosso in Serie A per la prima volta al termine della stagione 2015/2016, in quella successiva si salverà in extremis, raggiungendo il diciassettesimo posto in classifica. Sono più i punti bassi che quelli alti nella storia del Crotone ma la squadra riuscirà nuovamente nell’impresa di poter disputare un campionato in massima serie durante la stagione 2020/2021, per retrocedere in Serie B alla fine dello stesso. Per quanto riguarda la Coppa Italia, non è mai andata oltre i sedicesimi, raggiunti nella stessa stagione in cui retrocederà nuovamente in Serie C, dove tuttora milita. La più prestigiosa tra le squadre calabresi, ad oggi, è senza dubbio il Catanzaro, che milita in Serie B e ad inizio stagione era data tra le probabili promosse in Serie A. Fondata ufficialmente nel 1927, sebbene la sua nascita viene fatta risalire a due anni più tardi, fu la prima squadra calabrese a raggiungere la Serie B nel 1933 ed in seguito la Serie A, nel 1971.

La stagione in corso era iniziata con buone prospettive. Pur non essendo certamente favorita nelle quote sulla conquista della Coppa Italia la formazione giallorossa sicuramente era stata indicata come una delle formazioni più interessanti della seconda divisione per tentare la promozione in A, da cui manca ormai da più di 50 anni. Tuttavia, l’attuale situazione in classifica vede altre compagini nettamente più avanti nella conquista della tanto ricercata promozione, come il Parma. I calabresi, nel massimo campionato italiano, hanno disputato sette stagioni, cinque delle quali consecutive. I migliori piazzamenti raggiunti sono l’ottavo ed il settimo posto, conquistati nella stagione 1980/1981 e nella successiva poi. Anche in Coppa Italia, contrariamente a Reggina e Crotone, si è spinta spesso e volentieri oltre. All’interno della propria storia il Catanzaro può vantare una finale, persa ai danni della Fiorentina nel 1965/1966 e ben due finali, rispettivamente nelle stagioni 1978/1979 e 1981/1982.  Tra le tre formazioni citate, il Catanzaro è l’unico che nel proprio palmarès può vantare anche un titolo di caratura internazionale: la Coppa delle Alpi, vinta alla prima edizione, disputata nel 1960.

Contenuti correlati