Calci e pugni ai poliziotti che lo hanno trovato in possesso di marijuana

L'arrestato ha dato in escandescenza mentre si trovava in Questura

La sostanza stupefacente sequestrata dai poliziotti

La Polizia ha arrestato un nigeriano di 20 anni accusato del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, nonché resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.


Il personale dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico è intervenuto, su segnalazione di cittadini, in un appartamento di via Pio XI, a Reggio Calabria, per una lite tra extracomunitari. Gli agenti delle Volanti, prontamente intervenuti, hanno proceduto al controllo di quattro nigeriani, uno dei quali è stato trovato in possesso di 43 grammi di marijuana già suddivisa in 80 dosi insieme ad alcuni involucri termosaldati tutti idonei al confezionamento della droga ai fini di spaccio.
L’arrestato, condotto negli uffici della Questura, ha dato in escandescenza scagliandosi contro gli agenti di Polizia colpendoli con calci e pugni.
All’esito degli accertamenti sui rimanenti occupanti dell’appartamento, due nigeriani di 20 e 21 anni sono risultati irregolari sul territorio nazionale ed a loro carico il Questore ha immediatamente emesso un decreto di espulsione con accompagnamento coatto presso il Centro di Permanenza per i Rimpatri di Potenza.

Contenuti correlati