Calabria Verde pensa all’assunzione di personale a tempo determinato

Le condizioni strutturali e finanziarie di Calabria Verde all'attenzione della Commissione di Vigilanza

La Commissione speciale di Vigilanza, presieduta da Ennio Morrone, ha espresso parere positivo all’unanimità alla deliberazione della Corte dei Conti – sezione per il controllo della Calabria – avente per oggetto la Relazione annuale sulla tipologia delle coperture finanziarie adottate nelle leggi regionali approvate nel 2017 e sulle tecniche di quantificazione degli oneri, ai sensi dell’articolo 34, comma 3, lettera e) del Regolamento interno del Consiglio regionale.

Nel prosieguo dei lavori, la Commissione ha audito il Commissario straordinario dell’azienda ‘Calabria Verde’, Generale Aloisio Mariggiò, sulle condizioni strutturali e finanziarie dell’azienda regionale.
“La Commissione – ha detto Morrone a conclusione della seduta – ha ascoltato con molta attenzione il lavoro fin qui svolto dal Generale Mariggiò, esprimendo al Commissario straordinario apprezzamento e speranza per i risultati finora raggiunti e per le attività programmate. Il Generale Mariggiò, nella sua lunga e puntuale relazione – ha sottolineato  Morrone – ha portato a conoscenza della Commissione speciale di Vigilanza un quadro per certi versi, preoccupante per quanto rilevato, ma ha altresì indicato per il prossimo avvenire un progetto di ripresa funzionale e organizzativa di ‘Calabria Verde’ con forte senso di responsabilità e umanità. ‘Calabria Verde’ – ha continuato il presidente – ha infatti recuperato chiarezza nel bilancio di gestione, che per le cifre contenute avrebbe potuto davvero rappresentare una mina vagante pronta a deflagrare, provocando il dissesto dell’Ente. E invece così non è, ma non solo – ha sottolineato Morrone – poiché il lavoro del Generale Mariggiò ha avuto sì il merito di riportare i conti in ordine di ‘Calabria Verde’, ma ha fotografato una situazione per quel che concerne il personale e i futuri servizi da coprire su cui il Consiglio regionale deve discutere, poiché l’impossibilità di coprire il turn-over per via dei pensionamenti, porrà in serie discussione le capacità operative di ‘Calabria Verde’, in particolare nei servizi antincendio. Il Commissario Mareggiò ha già anticipato in parte la strategia per evitare il collasso degli organici, con la prospettiva di assunzioni di personale a tempo determinato, un provvedimento che comunque servirebbe nel prossimo anno a tamponare la situazione. Per quel che mi riguarda, intendo esprimere pubblicamente al gen. Mariggiò l’apprezzamento mio personale e quello dei colleghi che oggi hanno partecipato alla seduta ribadendo – ha concluso Giuseppe Enio Morrone – la comune volontà di sostenere tutti quei processi di riorganizzazione e di legalità per consentire a ‘Calabria Verde’ una capacità di risposta a tutti i territori della regione, dalla prevenzione antincendio, alla sorveglianza idraulico-forestale”.
Ai lavori della Commissione hanno preso parte i consiglieri Battaglia, D’Agostino e Pedà.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento