Buoni spesa, Mileto mette il turbo: domande a domicilio, già 250 quelle prese in esame dal Comune

A soli cinque giorni dall’accredito delle somme, il Comune di Mileto è pronto, dopo un incessante lavoro, a distribuire i bonus alimentari previsti dal l’ordinanza della Protezione Civile Covid-19.


Il Comune di Mileto si è attivato, immediatamente, al fine di applicare in pieno la vera ratio legis, insita nelle norme da poco emanate. “Lo strumento del Buono spesa – ha affermato il sindaco Salvatore Fortunato Giordano – è nato infatti per dare un aiuto immediato ai cittadini che per via della crisi economica determinata dalla emergenza Coronavirus sono rimasti senza liquidità. È per questo che tra i requisiti che il Comune di Mileto ha stabilito per l’accesso ai buoni vi è la mancanza di liquidità conseguita nel mese di marzo a titolo di redditi disponibili e comunque inferiore a 919,66 euro che è il doppio della pensione sociale, oltre alla mancanza di liquidità immediatamente utilizzabile detenuta in misura superiore a euro mille”. “Sulla base di ciò – ha precisato il primo cittadino – si è proceduto a stipulare le convenzioni con vari esercizi commerciali e all’avviso diramato dal Comune hanno aderito 20 attività. Poi si sono realizzati gli avvisi e i modelli di domanda e, grazie al lavoro di un gruppo di volontari, gli stessi sono stati recapitati a domicilio e le persone sono state anche aiutate nella loro compilazione. Con tale metodo si è evitato qualsiasi assembramento presso la sede comunale in pieno ossequio delle norme restrittive in vigore”. Il “successo dell’operazione di Mileto” è stato appunto determinato da questo gruppo di volontari che sin dall’inizio dell’emergenza Covid 19, ha risposto generosamente all’invito del sindaco e dell’Amministrazione, interessandosi prima dell’assistenza alle persone in difficoltà con i servizi gratuiti a domicilio per la spesa e l’acquisto di medicine. Poi con la distribuzione di beni alimentari sulla falsariga del Banco alimentare e ancora con la distribuzione capillare delle 4 mila e oltre mascherine offerte da una ditta di Mileto, quindi, trovandosi già pronti con i buoni spesa alimentari. Un gruppo collaudato che si sta facendo apprezzare dalla Comunità e che più volte il sindaco ha elogiato pubblicamente per il disinteressato impegno profuso in questa fase emergenziale, dimostrando “grande attaccamento al territorio palesato con azioni concrete e non solo a parole”. Le domande presentate e finora prese in esame sono 250, ma se ne attendono altre fino all’esaurimento delle risorse, circa 65.00 euro, messe a disposizione dal governo. A tal proposito il sindaco Salvatore Fortunato Giordanoha comunicato l’apertura di un conto corrente dedicato con Iban IT92N0103042830000000342619 – Monte dei Paschi di Siena Agenzia di Vibo Valentia per chi volesse fare un’offerta in denaro. I fondi raccolti andranno ad impinguare quelli governativi già a disposizione e serviranno a dare quindi ulteriore risposta ai bisogni di famiglie in difficoltà. “Essere riusciti in soli 5 giorni a consegnare i buoni spesa e con criteri oggettivi e trasparenti – ha concluso Giordano – è per noi motivo di orgoglio e ulteriore dimostrazione di efficienza nonché prova che l’unica strada giusta per una buona, efficace e trasparente amministrazione non può che essere l’impegno di amministratori e gente comune che hanno a cuore le sorti della propria comunità”.

Contenuti correlati