Benemerenze sportive, fra i premiati anche Battaglia, Facciolo, Lico e Farfaglia

Reggio Calabria e la sua splendida Arena dello Stretto hanno ospitato la cerimonia di consegna delle benemerenze sportive, attività promossa da Coni Calabria e Cip Calabria e ripresa quest’anno dopo lo stop forzato della scorsa stagione a causa dell’emergenza Covid.

Lo sport calabrese vuole e deve ripartire e sono queste manifestazioni a dare l’input ad una ripartenza che non più aspettare. E non ci poteva essere migliore occasione come la premiazione di tante eccellenze sportive, atleti, dirigenti, società e tecnici che in tanti anni di attività si sono distinti su tutto il territorio regionale. 

L’evento, nato dalla sinergia fra l’Amministrazione comunale di Reggio Calabria, la Città Metropolitana e i presidenti dei due enti sportivi, Maurizio Condipodero per il Coni Calabria e Antonino Scagliola per il Cip regionale, ha visto la premiazione anche di personaggi del mondo sportivo vibonese che molto hanno fatto per lo sviluppo provinciale del settore. In particolare, come riconoscimento di un impegno mai mancato o negato per lo sport e anzi sempre coltivato a ricevere le benemerenze sono stati Giorgio Lico, presidente della FederKombat, Renato Facciolo, presidente della Federazione Pentatlhon, Rocco Farfaglia, presidente Aci e Bruno Battaglia, che per il secondo mandato consecutivo ricopre la carica di Delegato Coni Point per la provincia di Vibo Valentia.

Proprio quest’ultimo, premiato con la stella di bronzo, ha voluto ringraziare “il presidente regionale Maurizio Condipodero e tutte quelle persone che mi hanno supportato e sopportato in questi anni in cui ho ricoperto, e ricopro tuttora, la figura di delegato Coni per la provincia vibonese”.

Contenuti correlati