Beccato con un fucile da caccia in zona vietata: arrestato dai Carabinieri

L'uomo risponde del reato di porto illegale di fucile

Il fucile da caccia di cui era in possesso l'uomo tratto in arresto

Nei giorni scorsi l’intensificazione dei controlli da parte dei Carabinieri della Compagnia di Sellia Marina nella zona Parco 1 e nella riserva naturale del Gariglione-Pisarello nella Sila Piccola, in cui vige l’assoluto divieto di introdurre armi e munizioni, ha condotto i militari dell’Arma della Stazione di Zagarise all’arresto in flagranza di reato di P.G., 63enne di Petilia Pelicastro, in provincia di Crotone, per porto illegale di fucile.

Nel corso di un controllo alla circolazione stradale i Carabinieri, infatti, hanno rinvenuto, ben occultato tra il sedile posteriore ed il bagagliaio del fuoristrada, di cui il 63enne era alla guida, un fucile calibro 12, completo di relativo munizionamento. Al termine degli atti di rito il soggetto è stato posto agli arresti domiciliari e, al termine del giudizio di convalida tenuto dal Giudice delle Indagini Preliminari del Tribunale di Catanzaro, è stato imposto al medesimo l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento