Beccati a rubare in un cantiere: arrestati dalla Polizia

Alla vista degli agenti hanno cercato di darsi alla fuga

La nuova applicazione della Polizia di Stato, YOU POL, scaricabile direttamente sullo smartphone da Apple Store e Play Store e che consente di inviare segnalazioni alla Sala Operativa della Questura, anche in forma anonima, continua a dare risultati.


Dalla sua creazione e divulgazione numerosissime sono state le segnalazioni pervenute alle sale operative dislocate su tutto il territorio nazionale.
A seguito di una segnalazione YOU POL molto dettagliata, nel tardo pomeriggio di ieri personale della Questura di Cosenza, in servizio presso l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico ha tratto in arresto in flagranza di reato di tentato furto aggravato A.M., di 45 anni e F.C., di 56 anni.
La segnalazione conteneva l’indicazione esatta del luogo, un cantiere edile in città, in cui i due, danneggiando alcuni pannelli posti a recinzione, si erano introdotti illecitamente.
Il personale operante ha provveduto immediatamente a recarsi sul posto segnalato, bloccando i due malviventi, che alla vista degli agenti hanno cercato di darsi alla fuga.
A seguito di perquisizione effettuata sul motocliclo usato dagli stessi, sono stati rinvenuti e sequestrati vari attrezzi atti allo scasso.
Alla luce degli elementi raccolti, A.M. e F.C. sono stati tratti in arresto.
Il Pubblico Ministero di turno presso il Tribunale di Cosenza, informato dell’accaduto, ha disposto il giudizio per direttissima.

Contenuti correlati