Bando tirocini, Vazzano è fuori. Furibonda l’opposizione: “L’Amministrazione pensa ad altro”

È scaduta il 1° marzo scorso la “Manifestazione di interesse per la presentazione di percorsi di politiche attive, nelle modalità dei tirocini, rivolta agli Enti Pubblici a favore di soggetti precedentemente inseriti nel bacino dei percettori di mobilità in deroga della Regione Calabria”.

“Le proposte progettuali – spiega ‘Vazzano Bene Comune – dovevano essere presentate, dai soggetti pubblici (Comuni, Province, Città Metropolitana, Asp, Al, Istituzioni scolastiche, ecc.) della Calabria in qualità di soggetti ospitanti dei tirocini, aventi sedi o uffici periferici operanti nei Comuni della regione. I progetti presentati dagli Enti Pubblici erano finanziabili per un numero massimo di destinatari, che si prevede di coinvolgere nelle azioni, calcolato in base al numero di abitanti dell’Amministrazione presso cui si svolge il percorso di politiche attive per il lavoro, nelle modalità di tirocinio, fino a 3000 residenti 15 lavoratori”.
“Nella giornata di mercoledì 30 maggio – continua il gruppo di opposizione – è stata pubblicata dalla Regione Calabria la graduatoria degli Enti beneficiari e il Comune di Vazzano non c’è. L’importo finanziato per il nostro Ente sarebbe stato pari a 90.000 euro per un totale di numero 15 destinatari. E anche questa opportunità è sfuggita alla nostra Amministrazione che non è risultata tra gli enti beneficiari del contributo assicurando l’opportunità di avere un’integrazione ai lavoratori residenti che si trovano in mobilità.Ora saranno costretti a migrare nei comuni vicini che sono stati maggiormente solerti.
È questo – commenta l’opposizione – l’interesse e l’attenzione che l’attuale Amministrazione dimostra nei confronti dei lavoratori. Eppure ricorderete tutti durante i comizi la grande enfasi per questi soggetti. Ma solo allora al momento del voto. Passate le elezioni i nostri amministratori si occupano solo ed esclusivamente di discarica, appalti, affidamento di incarichi, illegittima modifica di tracciati stradali, colonnine di benzina, permessi a costruire illegittimi per familiari. Dei problemi della povera gente dimostrano solo ipocrisia e disinteresse.
L’abbiamo più volte detto ed oggi lo ribadiamo questa Amministrazione non è in grado di far fronte alle problematiche della nostra comunità. Alla fine di questa esperienza amministrativa conteremmo i danni e raccoglieremo le macerie: statene certi. Quest’esecutivo non è in grado di presentare proposte progettuali capaci di intercettare finanziamenti pubblici. Ad un anno dall’insediamento l’Amministrazione comunale sta vivendo di rendita del lavoro altrui. Ed anzi come presto dimostreremo è stata pure capace di perdere parte del finanziamento di riqualificazione”.
Il gruppo consiliare “Vazzano Bene Comune” – ha presentato un’interrogazione urgente al sindaco per conoscere i termini della vicenda, il responsabile del procedimento e le iniziative che l’Amministrazione intende attivare di fronte a “quest’ennesima defaillance”. “Il declino – conclude la minoranza – per Vazzano appare ormai inarrestabile”.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento