Avvocato ucciso in Calabria: identificato il presunto assassino

Sarebbe stato il 32enne Marco Gallo ad uccidere con tre colpi di pistola, il 9 agosto di due anni fa, l’avvocato Francesco Pagliuso. Il delitto fu commesso mentre il professionista si trovava nel giardino di casa, a Lamezia Terme. Rientrato dal suo studio legale, era intento a scendere dalla sua autovettura. All’identificazione sono arrivati i Carabinieri del Nucleo investigativo di Catanzaro che hanno indagato sotto il coordinamento della Direzione distrettuale antimafia. Il sospettato ha ricevuto il provvedimento restrittivo dietro le sbarre, dove era finito perché accusato di aver ammazzato nel capoluogo, il 24 giugno 2017, Gregorio Mezzatesta, che prestava servizio presso le Ferrovie della Calabria. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, Gallo, formalmente proprietario di una ditta che si occupa di consulenze, sarebbe un sicario pagato dai clan della ‘ndrangheta per compiere uccisioni.

 

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento