Autonomia differenziata, Lebrino: “Spacca in due il Paese, questo Governo va combattuto”

“Tra non molto potrebbe arrivare a definitiva approvazione l’attuale bozza di Autonomia differenziata.

Tale ‘malefico disegno’ finirà per dare il colpo di grazia definitivo alla nostra Calabria e al Mezzogiorno tutto”. Vede un futuro negativo il segretario provinciale e componente della Direzione nazionale Psi Gian Maria Lebrino, secondo il quale il provvedimento “accentuerà ancor di più la frattura fra il Meridione del Paese che, soffre ancora di atavici problemi come disoccupazione elevata, carenza di strutture e infrastrutture, spopolamento e molto altro e il Nord ricco e con condizioni sociali nettamente migliori”.

“Verrà marcata nettamente – sottolinea Lebrino – la linea di confine che divide in due la nostra Nazione, gettando nel definitivo baratro la nostra regione.

Avremo così, definitivamente, due Paesi in uno. Sarà negato – azzarda Lebrino – il diritto di eguaglianza tra cittadini dello stesso Stato e tanto altro ancora come ad esempio la perdita di potere della Conferenza Stato-Regioni.

Bisogna alzare le barricate e contrastare con ogni mezzo possibile l’attuazione di questa immensa ingiustizia sociale e in questo bisogna fare squadra con le altre regioni del Sud.

Un Governo che crea divisioni – conclude – non merita di guidare una Nazione e quindi va fortemente combattuto”.

Contenuti correlati