Attentato Carabinieri Cetraro, Spirlì: “La Regione farà la sua parte”

“A causa di impegni istituzionali già programmati, oggi non potrò partecipare al Consiglio comunale aperto di Cetraro, convocato dopo il vile attentato subito dal maresciallo dei carabinieri Orlando D’Ambrosio. Al militare, a tutta l’Arma e all’intera comunità cetrarese va comunque il mio pensiero più affettuoso e la mia incondizionata solidarietà.

Atti come quello subito dal maresciallo D’Ambrosio vanno condannati con fermezza, ma devono anche essere analizzati a fondo al fine di comprendere le motivazioni di un’azione mafiosa che potrebbe rappresentare una sfida allo Stato e ai suoi servitori. La Regione è, come sempre, vicina all’Arma dei carabinieri e farà la sua parte fino in fondo per la piena affermazione della legalità, a Cetraro come nel resto della Calabria”.

Così il presidente facente funzioni della Regione Calabria Nino Spirlì manifesta la sua presa di posizione in riferimento all’attentato di Cetraro.

Contenuti correlati