Attentati di Nicotera e Limbadi: l’autore si è costituito

È finita nel corso della notte la fuga di Francesco Olivieri, ricercato per aver ucciso il 68enne Michele Valerioti e l’80enne Giuseppina Mollese, ferendo altre 3 persone. La scia di sangue fra Nicotera e Limbadi ha ulteriormente scosso la comunità calabrese, già provata da un senso di insicurezza derivante dagli attentati nel Vibonese. Ieri era stata ritrovata bruciata in località Colarizzi, nel territorio comunale di Spilinga, la Fiat Panda utilizzata per concretizzare il piano cruento.
Il 32enne si è costituito: il personale del carcere ha provveduto a chiamare i carabinieri che lo hanno portato in caserma affinché il pm della Procura della Repubblica di Vibo Valentia lo interrogasse.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento