Assemblea sulla Sanità, Tassone scrive ai vertici PD: “Viscomi ci mortifica a vantaggio di un’opposizione distruttiva”

“Sono un iscritto al Partito Democratico e da due anni amministro la Città di Serra San Bruno, insieme ad una squadra di assessori e consiglieri interamente del nostro Partito”. Inizia così la lettera che il sindaco Luigi Tassone ha scritto al Segretario nazionale del PD, Maurizio Martina, agli omologhi regionale, Ernesto Magorno, e provinciale, Vincenzo Insardà, oltre che a Matteo Renzi. Oggetto della missiva l’ormai nota partecipazione del deputato PD Antonio Viscomi all’Assemblea organizzata da “Liberamente” sull'”Emergenza Sanità” e prevista per sabato prossimo a Palazzo Chimirri.
“Nella giornata di ieri – scende nel dettaglio il Primo Cittadino – ho appreso tramite mezzo stampa dell’iniziativa

organizzata dal gruppo di opposizione in seno al Consiglio Comunale della nostra cittadina che ha ad oggetto il tema della sanità. Non posso negare le perplessità che abbiamo avuto nel constatare la partecipazione di rappresentanti istituzionali del Partito Democratico, ad un’iniziativa promossa dalle forze di opposizione del Movimento 5 Stelle e del Centrodestra.
La presenza dell’on. Antonio Viscomi ad una manifestazione finalizzata alle operazioni di un’opposizione distruttiva e che ha come unico obiettivo quello di strumentalizzare problematiche importanti per calcoli di natura politica contingente, confonde e delegittima il lavoro del Partito Democrarico sul territorio”.
“Un atteggiamento di questo tipo – secondo Luigi Tassone – mortifica gli sforzi che stiamo compiendo ed il nostro impegno a fronte di altri interessi ed a beneficio di terze persone che, com’è noto, con il nostro progetto politico nulla hanno a che spartire.
Pertanto, ritengo sia più che mai necessaria ed ormai improrogabile una presa di posizione netta da parte del Partito Democratico regionale e nazionale, con l’obiettivo di ripristinare le regole, la linearità e la correttezza politica, superando ogni ambiguità”.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento