Assemblea sulla Sanità a Serra, Fratelli d’Italia contro il Pd: “È una torre di Babele”

In riferimento alle polemiche sviluppatesi in seguito all’organizzazione di un’Assemblea sulla sanità da parte del movimento civico “Liberamente”, Fratelli d’Italia di Serra San Bruno dichiara quanto segue:

“È da ieri, dopo che è stata pubblicata la notizia della manifestazione promossa per sabato prossimo di un’assemblea pubblica avente ad oggetto la sanità nella zona delle Serre, che assistiamo al battibecco tra due galli, ed oggi se ne sono aggiunti altri, dello stesso pollaio, il PD. Non si sa se bisogna ridere o piangere. Da un lato abbiamo un deputato della Repubblica italiana che risponde presente ad un invito, dall’altro lato ci troviamo un consigliere regionale, per di più del collegio, che rimprovera il collega di partito con toni e modalità che certamente non appaiono consoni nè ad una società civile libera da qualsiasi condizionamento nè, sopratutto, a coloro che ricoprono, a vari livelli, cariche istituzionali. Poi c’è stata la replica del deputato e la contro replica del consigliere regionale, l’intervento del segretario cittadino del PD, l’intervento del sindaco di Serra, ecc… Sorge spontanea la domanda, ma fanno parte dello stesso partito? Non hanno forse condiviso per quattro anni le scelte fatte dalla Giunta Oliverio in merito alla sanità? Il primo non è stato, fino ad ieri, vicepresidente della Giunta regionale, ed il secondo non ricopre la carica di presidente della Commissione Sanità? Sembra una torre di babele dove ognuno parla una lingua diversa. Anzichè prendere la palla al balzo ed intervenire ad un dibattito pubblico – a cominciare dal sindaco di Serra San Bruno, in qualità di presidente della Conferenza dei sindaci, proseguendo con l’on. Mirabello, in qualità di presidente della Commissione Sanità, per finire con l’on. Viscomi, in qualità di ex vicepresidente della Giunta regionale – dove ognuno può mettere a nudo le eventuali strumentalizzazioni ed illustrare in maniera chiara e convincente quello che è stato fatto fino ad ora e quello che c’è in preventivo di fare affinchè non solo l’ospedale ma la sanità in generale della zona delle Serre possa, finalmente, uscire da questo vortice che giorno per giorno la sta depauperando in maniera irreversibile, si stanno facendo come si dice a Serra ‘acchietti acchietti’. Sono quattro anni che il Pd amministra la regione e di concreto, oltre a qualche incarico, non si è visto altro che la realizzazione del cappotto esterno dell’ospedale, progetto peraltro ereditato dalla precedente gestione, e basta. Non può essere sempre colpa degli altri, l’ospedale non può andare avanti con l’assunzione di qualche Oss (per carità figure necessarie, ma da sole insufficienti), serve altro, serve almeno la messa in atto di quanto previsto nel piano di riorganizzazione della rete ospedaliera. Il Pd sta solo dimostrando che l’interesse primario è quello di mettere in evidenza chi ha mancato di rispetto ed a chi, per il resto va tutto bene. Contenti loro”.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento