Arrestato l’autore dell’omicidio del cugino acquisito: i due litigavano da anni

Gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Reggio Calabria hanno eseguito l’arresto di Giuseppe Sicari, 60 anni, che mercoledì pomeriggio ha raggiunto spontaneamente gli uffici di Polizia per confessare l’omicidio del 44enne Francesco Giuseppe Fiume, assassinato intorno alle 14 a Catona, frazione alle porte della città sullo Stretto.

La vittima aveva spostato una cugina dell’omicida che lavora presso il Provveditorato e non era mai stato coinvolto in vicende giudiziarie. L’uomo, in Questura, si è subito dimostrato collaborativo rispetto ai quesiti formulati dagli investigatori e dal Sostituto Procuratore Tommaso Pozzati. Ha rivelato di aver sparato perché giunto al culmine dell’esasperazione. Da molto tempo tra i due parenti acquisiti non correva buon sangue per ragioni banali. Giuseppe Fiume era spostato, Sicari lo ha freddato sul sedile riservato al conducente della Fiat Stilo di proprietà della vittima, così come appurato dagli specialisti della Polizia Scientifica. La Procura della Repubblica ha ordinato l’esecuzione dell’esame autoptico. Il responsabile del delitto, nel frattempo, aspetta in carcere che sia convalidato l’arresto da parte del Giudice delle Indagini Preliminari.

Contenuti correlati